Arancini alla Zucca

In questo periodo la zucca è senza dubbio la regina in cucina. Il suo colore caldo mi mette allegria. Amo utilizzare la sua polpa in tante preparazioni, dal classico risotto a un semplice passato, da zuppe e minestroni ai dolci.
Stavolta l’ho impiegata come ripieno per gli arancini!

INGREDIENTI:
500 g di riso dai chicchi piccoli e collosi (originario, vialone nano);
1,2 lt di acqua;
Una bustina di zafferano;
60 g di burro;
Sale.

Per il ripieno:
200 gr di zucca gialla;
Olio e.v.o.;
Sale, pepe e noce moscata q.b.;
Formaggio a pasta filata a cubetti.

Per la panatura:
Uova;
Pangrattato.

Olio di semi (preferibilmente di girasole alto oleico) per la frittura.

PREPARAZIONE:
Cuocete il riso in acqua salata (1,2 lt di acqua è il quantitativo che verrà completamente assorbito dal riso in cottura dando la giusta compattezza al riso). A fine cottura aggiungete lo zafferano sciolto in poca acqua e il burro. Amalgamate bene il tutto e mettete il riso a raffreddare completamente su una teglia ampia o un vassoio.

Intanto dedicatevi alla zucca, privandola della buccia e riducendola a cubetti.  In una casseruola scaldate un filo d’olio, aggiungete la zucca, salate e mescolate. Lasciatela stufare, a fuoco dolce, possibilmente senza aggiungere acqua, mescolando delicatamente di tanto in tanto. Basteranno una decina di minuti per la cottura, considerando che la zucca deve rimanere il più possibile compatta.
Mentre la zucca termina la cottura, tagliate a cubetti il formaggio.
Una volta cotta la zucca aggiungere un pizzico di pepe e noce moscata.

Prendete del riso (circa due cucchiai) e appiattitelo sul palmo della mano umida, formate una piccola conca da riempire con un cucchiaino di zucca e qualche cubetto di formaggio, coprite con dell’altro riso e modellate l’arancino, tondo o a punta, in base alle vostre preferenze. Procedete fino a esaurimento degli ingredienti, posizionandoli su un vassoio coperto con della carta da forno. Una volta formati tutti gli arancini, passateli accuratamente nell’uovo sbattuto e rotolateli nel pangrattato.

In una pentola abbastanza ampia e a bordi larghi, portate l’olio alla giusta temperatura (circa 180°). Immergetevi gli arancini e friggeteli finchè non saranno belli dorati. Scolateli, poneteli su un vassoio foderato di carta da cucina e consumateli ben caldi.

Per qualche consiglio su come ottenere un frittura sana e impeccabile, seguite questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *