Panini di farro al burro


Partendo dalla ricetta dei panini al burro proposta su Cookpad.com dall’autore Enzo Falleti, ho preparato anch’io i miei panini al burro, ma usando la farina di farro. Ho apportato, pertanto, le piccole modifiche necessarie. Prima di tutto ho aumentato la dose della farina (e del lievito) perché la farina di farro ha un potere di assorbimento inferiore rispetto a quella di grano, quindi, mantenendo invariate le dosi, l’impasto sarebbe risultato più umido. Inoltre, ai fini della lievitazione, va tenuto presente che il farro contiene un quantitativo di glutine inferiore rispetto ai grani cosiddetti “moderni” e per questo motivo ho effettuato una variazione sui tempi totali di lievitazione.

Per la ricetta dei panini al burro con farina di grano vi lascio qui il link. 

INGREDIENTI:
600 gr di farina di farro;
175 ml di latte;
100 ml di acqua;
5 grammi di miele;
12 grammi di lievito;
1 uovo;
15 gr di zucchero;
60 gr di burro;
10 gr di sale;
q.b. Latte per spennellare.

PREPARAZIONE:
In un pentolino sciogliete il burro, aggiungetevi il sale e lasciate stemperare.
In un pentolino sciogliete il burro, aggiungetevi il sale e lasciate stemperare.
Alla mistura ottenuta aggiungete la farina un po’ alla volta, creando dapprima una pastella per poi ottenere un composto sempre più corposo. Non disperate se vi sembrerà di avere difficoltà, ci vuole solo un po’ di pazienza.
Quando tutto risulterà più omogeneo aggiungete l’uovo e lo zucchero e incorporateli. Verso la fine di questa operazione versate anche il burro fuso col sale disciolto.
Lavorate la pasta per almeno 10 minuti, perché la maglia glutinica si strutturi al meglio. In questa fase impastare risulterà molto piacevole perché l’impasto sarà davvero morbido e leggero.
Ottenuto un bel panetto liscio, lasciate lievitare in luogo lontano da correnti d’aria e sbalzi di temperatura, per 60 minuti.


Trascorsa l’ora, prendete l’impasto che avrà raddoppiato il suo volume. Allungatelo leggermente, tirandolo con le mani, senza schiacciarlo troppo e ripiegatelo portando prima un lembo poi l’altro verso il centro, come fosse una copertina! A questo punto lasciate lievitare ancora per altri 60 minuti.


Dopo la seconda lievitazione dividete l’impasto in panetti da 90/100 grammi ciascuno e create delle palline da stendere, bene distanziate tra loro, sulla teglia foderata con carta da forno. Dovranno lievitare ancora 45 minuti.


Quando è quasi trascorso il tempo dell’ultima fase di lievitazione, preriscaldate il forno a 200°, modalità statica.


Spennellate i panini con il latte poco prima di infornarli a 200° per circa 20 minuti, tenendo conto che temperatura e tempi di cottura sono sempre indicativi e variano in base alle prestazioni del vostro forno.



 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *