Cookies Americani

La ricetta originale dei cookies americani venne creata, quasi per caso, da Ruth Wakefield, proprietaria dell’hotel “Toll House”, nel Massachussetts, nei primi anni Trenta.

Un giorno, la donna si trovò in difficoltà nel preparare i suoi soliti biscotti per gli ospiti dell’hotel: il cacao in polvere era terminato! A disposizione aveva solo una tavoletta di cioccolato fondente Nestlè.
Ruth, poco convinta, decise di creare lo stesso i biscotti, riducendo il cioccolato in piccole scaglie e sperando che si fondesse con l’impasto, colorandolo.
Ciò non avvenne, perché le scaglie rimasero intatte, ma, con stupore, la donna notò che quei biscotti erano molto più graditi di quelli che preparava seguendo la sua ricetta originale!
In poco tempo i cookies divennero famosi: se ne parlò alla radio e sul giornale di Boston, convincendo ogni massaia americana a sperimentare la novità. Intanto, la Nestlé notò un aumento considerevole nella vendita di barrette di cioccolato, e risalita al motivo di questa crescita, non esitò a contattare la signora Ruth per farle una proposta irrinunciabile: una fornitura di cioccolato a vita in cambio della sua preziosa ricetta! Ovviamente Ruth accettò e dietro le tavolette di cioccolato dell’azienda svizzera comparve la ricetta dei cookies americani.
Dal 1939 partì la produzione delle gocce di cioccolato pronte all’uso e ancora oggi queste conservano la dicitura “Nestlé Toll House Semi-Sweet Chocolate Morsels“.

Io non sono in possesso della ricetta originale degli american cookies; i miei biscotti sono il frutto di diverse ricerche e alcuni esperimenti, ma posso dire che il risultato ottenuto mi sembra del tutto soddisfacente!

INGREDIENTI:
250 gr di farina;
120 gr di zucchero di canna;
150 gr di cioccolato fondente (a scaglie o in gocce);
100 gr di burro molto morbido;
Un uovo;
Un pizzico di sale.

PREPARAZIONE:
La preparazione dei biscotti è molto veloce. Innanzi tutto preriscaldate il forno a 180° e in una terrina versate la farina con lo zucchero e il pizzico di sale, mischiate il tutto e procedete inserendo l’uovo, che farete amalgamare prima di mettere anche il burro molto, molto morbido. Per completare l’omogenizzazione del composto, unite le scaglie (o le gocce) di cioccolato e create un impasto che non dovrà risultare completamente liscio.
Sulla teglia da forno, rivestita di carta apposita, posizionate, ben distanziati tra loro, dei mucchietti di impasto, senza dare ai biscotti una forma troppo definita. Col calore si allargeranno e prenderanno quella caratteristica forma un po’ grezza.
Infornate a 180°, in forno statico, per circa 15 minuti. Ovviamente, starà voi individuare il tempo effettivo necessario perché i biscotti non siano troppo morbidi  ma abbiano consistenza croccante e non secca.

Oggi esistono diverse varianti di cookies americani. Io ho provato a farli sia col cioccolato al latte che col cioccolato bianco con impasto al cacao. Insomma, spazio alla creatività, partendo da una ricetta base: non ce ne vorranno gli Amercani! 😜

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *