Frittelle di Indivia Riccia

Ho pensato a queste frittelle come nota croccante da aggiungere a un aperitivo.
L’indivia riccia, oltre ad avere tanti effetti benefici per il nostro corpo, è un’insalata molto versatile in quanto è ottima sia cotta che cruda. Se poi scegliamo di prepararla in modo alternativo (e fritta!) è ancora più buona.

Inoltre, con BioCity ho verdure biologiche da impiegare per tutta la settimana in molteplici preparazioni e, come avrete capito, mi piace dare vita sempre a qualcosa di diverso! Per realizzare queste sfiziose frittelle basta davvero poco, sia in termini di tempo che di ingredienti.

INGREDIENTI:
400 gr di indivia riccia;
Un piccolo scalogno;
4 pomodori pelati;
Olio extravergine d’oliva;
250 gr di farina;
Una birra;
Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:
Pulite lo scalogno e tagliatelo finemente, fatelo rosolare con dell’olio d’oliva e aggiungetevi i pomodori pelati.
Lavate bene e tagliate l’indivia che unirete al pomodoro con lo scalogno.
Salate e fate cuocere per circa 5 minuti.
Una volta cotta lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

Preparate la pastella versando un po’di birra e della farina in una terrina. Proseguite nella preparazione della pastella gradualmente: un po’ di farina e un po’ di birra, senza formare grumi e procedendo fino all’esaurimento della farina. Se vi sembra il caso potrete anche evitare di usare tutta la birra: la pastella dovrà essere tendenzialmente liquida ma mantenere una consistenza leggermente vischiosa.

Preparate l’olio per la frittura, seguendo gli accorgimenti fondamentali per ottenere un fritto croccante, asciutto e soprattutto non dannoso per la salute (vi linko qui le indicazioni!)

Intanto l’indivia saltata in padella si sarà intiepidita: unitela alla pastella, evitando di aggiungere anche gli eventuali liquidi rimasti sul fondo.
Mescolate bene il tutto e procedete, una volta che l’olio sarà pronto, a friggere le frittelle.
Un cucchiaio di pastella è la dose ideale per ogni frittella.
Saranno cotte quando risulteranno ben dorate e croccanti. Servitele tiepide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *