Fusilli con Pesto di Pomodori Secchi

I pomodori secchi sono un prodotto tipico della cucina mediterranea, spesso vengono conservati sott’olio, non rappresentano solo un piacere per il palato, ma sono ricchi di proprietà. Consumati, non solo secchi, in una dieta equilibrata e variata, sono ottimi alleati della nostra salute. I pomodori sono ricchi di vitamina C e di licopene, due antiossidanti importanti per la pelle e per la salute del corpo in generale. Per esempio, alla carenza di licopene si associa l’osteoporosi, rendendo ideale il consumo regolare dei pomodori tra le donne in menopausa. Inoltre, recenti studi hanno dimostrato che il licopene protegge gli uomini dall’insorgenza di tumori alla prostata.
Tra gli altri benefici dei pomodori ci sono la capacità di abbassare i livelli di colesterolo nonché gli effetti diuretici.

Come ogni prodotto della natura, i pomodori hanno anche delle controindicazioni e, principalmente, possono dar luogo ad allergie; non andrebbero, poi, consumati da chi soffre di acidità di stomaco. Essendo ricchi di sali minerali, sono da evitare in caso di calcoli renali.

Prima di utilizzare i pomodori secchi, vanno fatti rivenire qualche minuto in acqua bollente. Questo è un passaggio fondamentale per la reidratazione del prodotto, ma anche per eliminare eccessi di sale ed eventuali impurità.

L’essiccazione è uno dei più antichi metodi di conservazione degli alimenti (frutta, verdura, pesce, carne). Attraverso l’eliminazione dell’acqua dal prodotto se ne garantisce la lunga conservazione evitando il rischio che in esso proliferino muffe e batteri. Il sale svolge un ruolo fondamentale durante l’essicazione, poichè favorisce lo sprigionamento dei liquidi. Uno svantaggio dell’essiccazione è la riduzione di alcune sostanze, quali la vitamina C.
Quando si parla di essiccazione ci si riferisce al processo naturale svolto dal sole. Nei casi in cui il processo sia svolto industrialmente si parla di disidratazione.

Avere in casa un sacchetto, ben sigillato e al riparo dall’umidità, di pomodorini secchi mi ha salvato il pranzo! Ho realizzato un pesto molto particolare da leccarsi i baffi.

INGREDIENTI:
150 g di pomodori secchi;
30 g di mandorle;
20 g di noci;
Olio e.v.o.;
Acqua;
Tre cucchiai di parmigiano grattugiato,
Zucchero e sale;
320 g di fusilli.

PREPARAZIONE:
La preparazione del pesto di pomodori secchi è molto rapida e va effettuata durante i tempi di cottura della pasta.
Come prima cosa mettete i pomodori secchi a reidratare in acqua calda per circa cinque minuti. Intanto ponete sul fuoco la pentola con l’acqua per la pasta.
Strizzate leggermente i pomodori e metteteli in un contenitore alto e stretto nel caso in cui utilizziate un frullatore a immersione, o all’interno del boccale di frullatore o mixer.
Aggiungete le mandorle, le noci, il parmigiano grattugiato, un bel giro d’olio d’oliva, un bicchierino d’acqua, un pizzico di zucchero e il sale. Procedete omogeneizzando il tutto. A questo punto sarete voi a capire la consistenza che vorrete dare al vostro presto e se sarà necessario aggiungere dell’acqua.
Nel frattempo avrete anche proceduto alla cottura della pasta. Non scolatela completamente perchè il fondo d’acqua di cottura sarà utile per condirla meglio e renderla più cremosa.

N.B.: alla ricetta potrete apportare tante variazioni, per esempio, utilizzando, al posto di mandorle e/o noci, altri tipi di frutta secca (pistacchi, pinoli).
Anche il formato della pasta potrà essere quello che preferite. Ho scelto i fusilli perchè ritengo si aggrappino bene a questo particolare tipo di condimento, ma anche degli spaghetti quadrati o dei tortiglioni non andrebbero affatto male! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *