Maccheroni con Carciofi al Timo

È un gran peccato che i carciofi si possano consumare per un breve lasso di tempo durante l’anno. Per le loro proprietà benefiche non dovrebbero mancare mai sulle nostre tavole.

I carciofi sono fonte di minerali, vitamina B1, B3, e piccole quantità di vitamina C.
Hanno spiccate proprietà depurative contribuendo all’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo.
Un carciofo può contenere fino a un quarto delle fibre vegetali del nostro fabbisogno giornaliero. Inoltre i carciofi aiutano a migliorare la digestione, rappresentano un diuretico naturale e migliorano la produzione dei succhi digestivi.
Le foglie di carciofo hanno effetti positivi sul fegato e sulla riduzione del colesterolo. Oltre a essere un toccasana per il fegato, i carciofi risultano benefici per reni e cistifellea, poichè riducono il carico di tossine da filtrare ed eliminare.

In cucina sono utilizzati sin dai tempi antichi. Sono un prodotto molto versatile poichè possono essere la base di svariate preparazioni; ad esempio sono ottimi per ripieni per pasta fresca, torte salate o arrosti arrotolati, possono essere un delicato condimento o contorno, sono perfetti in abbinamento alle patate. Un grande classico sono sicuramente i carciofi ripieni, con le diverse varianti regionali,  ma si possono ottenere anche gustose frittate, sformati, tortini e tanto altro…

Oggi, coi carciofi, vi propongo una ricetta di quelle che, con semplicità, rendono felici occhi, palato e stomaco! 😄

INGREDIENTI:
4 carciofi;
Olio extravergine d’oliva;
Sale;
Un cucchiaino di timo.
Per ingredienti e ricetta dei maccheroni cliccate qui.

PREPARAZIONE:
Per prima cosa preparate la pasta.
Successivamente, pulite i carciofi tagliando le cime ed eliminando le foglie esterne più fibrose. Tagliateli in otto spicchi, eliminate la peluria centrale e immergeteli in acqua e limone, per evitare si scuriscano per effetto dell’ossidazione.  Trasferiteli in una pentola con un po’ d’olio, fateli leggermente rosolare e versate tanta acqua da coprirli appena. Lasciate cuocere a fuoco basso: i carciofi dovranno mantenere la loro integrità per conferire un bell’impatto visivo al piatto. Mettete a bollire abbondante acqua per i maccheroni.
Negli ultimi due minuti di cottura dei carciofi, salate e aggiungete il timo (fresco o secco in base alla vostra disponibilità).
Appena l’acqua per la pasta bolle, salate e versate i maccheroni. Il tempo di cottura è di circa 5 minuti.
Non scolate la pasta, ma mettetela nella pentola coi carciofi aiutandovi con una schiumarola, mantenendo un po’ d’acqua di cottura che renderà più cremoso il piatto.
Mescolate spadellando con energia anziché utilizzare mestoli o cucchiai che rovinerebbero i carciofi.
Impiattate e buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *