Pane di Farro

Il farro è il cereale più anticamente noto nella storia e rispetto agli altri cereali, più delicati, cresce più facilmente senza necessità di utilizzo di diserbanti e concimazioni chimiche.

Quando si parla di farro però non ci si riferisce a una singola tipologia di cereale, in quanto ne esistono tre tipi: il Triticum spelta (o farro maggiore), il Triticum dicoccum (farro propriamente detto, o farro medio) e il Triticum monococcum (o piccolo farro). La maggior parte delle farine di farro è prodotta dalla macinazione del farro maggiore, meno costoso e più versatile.

La farina di farro ha un elevato contenuto di fibre, è ricca di proteine e di vitamine del gruppo B.

L’utilizzo della farina di farro è particolarmente indicato per chi non digerisce pasta, pane e prodotti realizzati con  grano duro o tenero. Naturalmente il farro contiene glutine, pertanto non é un alimento adatto ai celiaci.

Personalmente ritengo che la farina di farro sia altamente indicata per gli impasti lievitati (pane, pizza, focaccia…) e molto meno adatta alla realizzazione di biscotti, poiché, il prodotto secco tende a essere duro e a casa perdere fragranza nel giro di poche ore dalla preparazione.

Il pane di farro fatto in casa è particolarmente invitante e fragrante. Soffice e leggero, è ideale da consumare ancora caldo.

INGREDIENTI:
500 gr di farina di farro;
500 ml di acqua tiepida;
25 gr di lievito di birra;
Due cucchiaini di zucchero;
Un cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
15 gr di sale (un cucchiaio circa).

PREPARAZIONE:
In una terrina a sponde alte, versate la farina. Intiepidite l’acqua e scioglietevi il lievito insieme allo zucchero.
Cominciate a versare l’acqua sulla farina, mescolando con un cucchiaio di legno, aggiungete l’olio e, dopo aver amalgamato il composto, unite il sale continuando a mescolare. Il composto sarà vischioso ma compatto.

Imburrate e infarinate uno stampo da plumcake e versatevi il composto per farlo lievitare almeno per un’ora.

Dopo aver spennellato con dell’olio d’oliva la superficie dell’impasto lievitato, infornate a 200°, nella parte bassa del forno non preriscaldato, per 50 minuti circa, prestando sempre attenzione al rapporto temperatura/tempo del vostro forno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *