Panelle Palermitane

Le Panelle fanno parte dei prodotti offerti dallo street food palermitano. Si tratta di squisite frittelle di ceci, che molto spesso, nel classico panino (mafalda o “moffoletta”) con il “cimino” (sesamo), vengono abbinate alle crocchette di patate (panelle e crocchè).

Le Panelle hanno origini molto lontane. Gli Arabi, che, tra IX e XI secolo, dominarono la Sicilia, furono i primi a macinare i ceci per ricavarne una farina che, mescolata con l’acqua, veniva cotta sul fuoco. Questo primo procedimento dava vita a un impasto dal sapore non troppo gradevole, per questo non si tardò a capire che andasse ulteriormente cotto e, probabilmente, le antenate delle panelle dei giorni nostri venivano cotte sulla pietra degli antichi forni verticali.

Ma a capire che friggendo una sfoglia sottile di questo impasto si dava vita a un prodotto povero ma dal sapore unico furono i palermitani del volgo.

Il fatto che la panella fosse un piatto povero non ha impedito che i maestri “panellari”, nel corso dei decenni, abbiano soddisfatto e appassionato clienti illustri tra i quali i componenti della Casa Reale Borbone, Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Giovanni Guttuso.

Oggi, come un tempo,è facile scorgere per le strade di Palermo il “panellaro” con il suo chioschetto mobile.
Il panino con le panelle rappresenta lo spuntino classico per i palermitani, i quali non disdegnano di consumarlo anche a colazione, al posto del cornetto!

Nei pressi della zona universitaria, mi è capitato di assaggiarne una versione con la menta che mi ha conquistato e che oggi vi propongo.

INGREDIENTI per 16 circa panelle:
250 gr di farina di ceci;
750 ml di acqua;
Una manciata di menta tritata (o prezzemolo);
Sale q.b.;
Olio di semi di girasole per friggere.

PREPARAZIONE:
Versate l’acqua in una casseruola, che non sia d’acciaio, e discioglietevi, gradualmente, la farina di ceci setacciata. Una volta terminata questa operazione, aggiungete un pizzico di sale, ponete la pentola sul fuoco e portate a ebollizione mescolando costantemente.

Senza smettere di mescolare, cuocete a fuoco basso per circa 15 minuti e finchè il composto non si stacca dalle pareti e dal fondo della pentola.

A fine cottura aggiungete la menta tritata.

Versate il composto su una teglia rivestita con carta da forno e livellatelo con le mani leggermente umide, fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 4/5 millimetri. Lasciate raffreddare.

Preparate l’olio per friggere le panelle in una casseruola coi bordi alti e portatelo a temperatura. Per friggere preferisco utilizzare sempre olio di semi di girasole alto oleico.
Per scoprire come ottenere una frittura sana e perfetta potete cluccare su questo link!

Con un coltello incidete delicamente la sfoglia creando dei piccoli quadrati.

Sollevateli facendo attenzione a non romperli e friggeteli per circa 3 minuti per lato.


Cospargete le panelle con un pizzico di sale prima di consumarle all’interno del vostro panino!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *