Petrali

I Petrali sono il dolce natalizio tipico di Reggio Calabria. Si tratta di dolcetti di pasta a base di uova e burro a forma di mezzaluna con un ricco ripieno aromatico e speziato. Vengono decorati con codette o diavolini colorati o glassati. Si preparano già durante i primi giorni di dicembre in quantitativi tali da poter essere consumati e durare per tutto il periodo delle feste natalizie.

La loro origine è molto antica e tradizionalmente gli ingredienti per realizzarli venivano preparati e conservati durante tutto l’arco dell’anno (le mandorle, i fichi raccolti ed essiccati al sole in estate, le noci colte in autunno).


Per far si che il ripieno assuma tutta la sua aromatica intensità è preferibile prepararlo un giorno prima.

INGREDIENTI:
Per il ripieno:

300 gr di fichi secchi;
250 gr di mandorle tostate;
200 gr di noci;
2 cucchiaini colmi di cannella in polvere;
2 cucchiaini colmi di chiodi di garofano in polvere;
3 cucchiai di miele;
3 bicchieri di caffè;
100 gr di uvetta;
Scorza di un mandarino finemente tritata.

Per la pasta:
1 kg di farina;
300 gr di zucchero;
5 uova;
250 gr di margarina;
Una bustina di vanillina;
Una bustina di lievito per dolci.

Per la decorazione:
Latte e un tuorlo per spennellare;
Codette o diavolini colorati.

PREPARAZIONE:
Mettete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida. Inserite i fichi in un robot da cucina e iniziate a tritarli; successivamente aggiungete le mandorle tostate e le noci.
Una volta raggiunta una consistenza compatta trasferite il composto in una terrina ampia. Unite il miele, la cannella, i chiodi di garofano, la buccia del mandarino tritata, l’uvetta ammollata e strizzata e il caffè.
Mescolate e amalgamate bene, coprite con un coperchio o della pellicola e lasciate riposare per almeno una notte.

Per preparare la pasta miscelate la farina con lo zucchero, il lievito e la vanillina. Aggiungete le uova e, una volta incorporate, unite il burro ammorbidito in pezzi. Impastate fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.


Io preferisco impastare a mano, ma potete farlo con una planetaria, inserendo tutti gli ingredienti al suo interno e lavorando l’impasto fino a che non si staccherà dalle pareti della ciotola.
Avvolgete il panetto nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo almeno mezz’ora, per facilitarvi la lavorazione.

Prima di iniziare la realizzazione vera e propria dei petrali, controllate che il ripieno non si sia seccato troppo (deve essere cremoso e non disgregarsi); se così fosse sarà sufficiente aggiungere del caffè.

Prendete l’impasto, tagliatelo in pezzi e stendetelo col mattarello nello spessore di un paio di millimetri. Con un coppapasta (della dimensione che preferite) tagliate la pasta in dischi. Al centro di ogni disco ponete un cucchiaino di ripieno, bagnatene leggermente con dell’acqua il bordo e sigillatelo.


Sistemate le mezzelune su una teglia foderata con della carta da forno, spennellatele con la miscela di latte e tuorlo d’uovo e decorate con gli zuccherini colorati.

Infornate, in modalità statica, a 200°, per circa 20 minuti e comunque fin quando i petrali non saranno dorati.

Si conservano a lungo, in contenitori ermetici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *