Spaghetti Quadrati con Peperoni

La pianta dei peperoni, nome scientifico Capsicum annum, appartiene alla famiglia delle Solanaceae. È una pianta originaria dell’America meridionale, che nei paesi con clima mediterraneo ha carattere annuale mentre, in quelli con clima caldo, è perenne. 
Esistono moltissime varietà di peperoni con caratteristiche diverse (dolci e piccanti, grandi e piccoli, dalla forma allungata, tonda o quadrangolare). Tutte le diverse specie di peperoni possono essere coltivate nel nostro paese e, a seconda della zona, i frutti si possono raccogliere a partire dall’estate fino in autunno.
I peperoni sono fonte di sali minerali e vitamine, hanno un elevato contenuto di fibre e sono ottimi alleati nelle diete ipocaloriche. Possono vantare qualità diuretiche e antiossidanti.

Nella cesta BioCity Km0 ho trovato a mia disposizione dei freschissimi peperoni corno coi quali ho voluto preparare un primo piatto dall’aroma intenso.

INGREDIENTI per 4 persone:
350 gr di spaghetti quadrati;
600 gr di peperoni;
Olio extravergine d’oliva;
Un cucchiaio di succo di limone;
Sale;
2 cucchiaini di paprika dolce;
Origano e basilico.

PREPARAZIONE:
Lavate i peperoni, privateli del picciolo e dei semi e realizzate una julienne sottile.


In una pentola ampia scaldate un giro d’olio e versate i peperoni. Rosolateli mescolando e quando hanno raggiunto una temperatura abbastanza elevata versate il succo di limone: servirà a dare una nota fresca e rendere il piatto più digeribile. Una volta evaporato il succo, salate i peperoni e lasciateli stufare a fuoco dolce e col coperchio. L’intento è di cuocerli senza aggiungere acqua se non necessario. I peperoni dovranno essere cotti ma compatti.
A cottura quasi ultimata unite la paprika e mescolate bene.
Intanto avrete messo a bollire l’acqua e cotto gli spaghetti, molto al dente; trasferiteli con un prendi spaghetti nella pentola dei peperoni. Aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta e mantecatela finché non si sarà assorbita.
Impiattate e finite con un filo d’olio, dell’origano e qualche fogliolina di basilico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *